Sostegno al Terzo settore: la Regione Campania prepara l’Avviso Pubblico

Sarà la Direzione Generale Politiche sociali e socio sanitarie, per il tramite della competente Unità Dirigenziale, ad emanare l’Avviso Pubblico per la concessione di contributi a fondo perduto, a a sostegno di proposte progettuali di rete, in favore delle Associazioni di promozione sociale, delle Organizzazioni di Volontariato e delle Fondazioni Onlus iscritte nei registri della Regione Campania.

Il finanziamento dovrà servire a sostenere a realizzazione di attività di interesse generali che, attraverso una programmazione atta a valorizzare le sinergie e la complementarietà tra le fonti di finanziamento e la conseguente massimizzazione dell’efficacia degli interventi, concorrere al raggiungimento degli obiettivi individuati nell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile.

L’Avviso pubblico è stato anticipato da una apposita delibera della Regione Campania con la quale è stato approvato lo schema di Accordo di Programma 2021 tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione Campania, demandandone la relativa sottoscrizione alla Direzione Generale Politiche sociali e socio sanitarie, per risorse complessive pari a 6,5 milioni di euro.

3,2 milioni di euro saranno destinati al sostegno di interventi realizzati dagli enti del terzo settore iscritti ai registri regionali al 1 gennaio 2020 attraverso l’erogazione di un contributo massimo pari a 10mila euro che sarà riconosciuto, in ordine decrescente rispetto all’entità delle spese esposte relative all’annualità 2020 e fino a concorrenza delle risorse disponibili.

Altri 3,2 milioni di euro saranno destinati al cofinanziamento, di importo non superiore all’80%, di nuove iniziative e progetti di valore tra i 60mila d i 200mila euro e di durata compresa tra i 12 e i 18 mesi, realizzate da una rete in partnership di almeno 5 enti del terzo settore che saranno selezionate tenendo conto delle finalità, della qualità della proposta, dell’impatto sulle tematiche di riferimento, del grado di coinvolgimento degli Enti e dell’entità di cofinanziamento privato; la quota di cofinanziamento a carico degli enti potrà essere attestata dalle le spese riferite al valore equivalente di lavoro volontario, nei limiti delle retribuzioni orarie previste per mansioni identiche o analoghe dai rispettivi CCNL e fino a un massimo pari al 20% del costo complessivo del progetto e/o iniziativa.

Il CSV Irpinia Sannio offre tra i suoi servizi quelli della consulenza progettuale. Le associazioni interessate ai contributi regionali possono prenotare una consulenza scrivendo all’indirizzo mail della segreteria del Centro Servizi info@cesvolab.it.

Open chat
Skip to content